GIORGIO ALBIANI - www.giorgioalbiani.com 

Giorgio Albiani, nato ad Arezzo nel 1963, ha intrapreso lo studio della chitarra all’età di cinque anni. Ha studiato con Vincenzo Saldarelli e Florindo Baldissera, diplomandosi con il massimo dei voti e la lode. Ha successivamente proseguito gli studi con Leo Brower e Alvaro Company  all’Accademia Chigiana di Siena e seguito i corsi di Alberto Ponce presso l’Ecole Normale de Musique “Alfred Cortot” di Parigi.
Nel 1990 ha vinto con menzione il "Concour d'Exécution" e nel 1991 il "Concour de Concertisme" dell’Ecole Nomale de Musique “Alfred Cortot”.


Ha approfondito anche la conoscenza della produzione musicale e multimediale, conseguendo la laurea magistrale in “Musica e nuove tecnologie” con il massimo dei voti e la lode. Ha seguito i corsi di live electronics con Alvise Vidolin e Roberto Neri. Come compositore e sound engineer  ha composto colonne sonore per spettacoli con attori quali Simona Marchini, Mico Cundari, Manuela Kusterman, Riccardo Cucciolla, Franca Nuti, Sandro Lombardi, Davide Riondino e per case editrici e discografiche come Garzanti, Materiali Sonori, Rai e Mediaset, ottenendo premi della critica come il "Lira Gillar" svedese, il "Bravò" francese, il “Fbis” italiano e la Nomination al “Peer Raben Music award” del “SoundTrack_Cologne 8.0” Festival del 2011.
Giorgio Albiani svolge un'intensa attività concertistica come solista esibendosi nei più importanti festival internazionali in città come Parigi, Lugano, Bologna, Firenze, Barcellona, Siviglia, New York, in teatri come il Theatre Du Forum Des Halles, Centre Pompidou, Salle Cortot, la Morgan Library di New York e l’Oratorio del Gonfalone di Roma.

Nel 2015 ha eseguito il Concerto de Aranjuez nella Sala Nervi in Vaticano, in occasione del 75° anno dalla sua prima esecuzione.

 

Ha collaborato con vari ensemble strumentali e tra gli altri l’Ensemble de Guitares de Paris e il quartetto di chitarre “Opera Nova” con Walter Zanetti, Francois Laurent e Monica Paolini, con i quali ha inciso il cd “Images”, coproduzione italo-francese. Collabora in duo con il chitarrista italo-francese Antonio Fruscella e con l’argentino Omar Cyrulnik. Con quest’ultimo ha fondato il Duotango che ha inciso il cd “Verdemar, la musica degli italiani in Argentina” per la casa discografica Beatrecords. Il cd per il tema della migrazione italiana in Argentina è stato presentato a Roma durante la stagione di concerti dell'Oratorio del Gonfalone e consegnato nella mani di Papa Francesco. Nel 2014 in concerto di DuotanGO in occasione del primo anniversario della salita al soglio pontificio di Papa Francesco, è stato accolto dalla lettera di ringraziamento del Santo Padre.

Giorgio Albiani ha stretto da anni un sodalizio con il trio vocale i Viulàn con i quali ha vinto un Disco d’Argento EMI e un secondo premio al prestigioso Concorso Unesco "Sharq Taronalari" di Samarcanda, tra oltre quaranta gruppi in rappresentanza di altrettanti Paesi. Con i Viulàn, Giorgio Albiani si è esibito anche ai Festival di Edimburgo, delle Dolomiti e di Fès.

Giorgio Albiani è un didatta molto apprezzato. E’ commissario in giurie nazionali ed internazionali e docente in master class di alto perfezionamento presso Conservatori Italiani e stranieri, tra i quali spiccano quelli di Granada, Siviglia, Perpignan, Parigi, Digione e l’Académie de Musique Fondation Prince Rainier III de Monaco, Università di Buenos Aires.

E' direttore artistico dell'Accademia D.I.M.A. di Arezzo, dell'Associazione culturale IUBAL, e ha ideato e diretto eventi culturali com il Pullman della Musica, il Concorso Musicale "Enrico Zangarelli" di Città di Castello che ha durante i 17 anni della sua direzione ha avuto una media di 2000 iscritti. 

E’ titolare della cattedra di Chitarra al Conservatorio “Bruno Maderna” di Cesena.