CANTO LIRICO, BAROCCO E MODERNO

CORO DEI BAMBINI

CORO GIOVANILE


Tre voci d'eccezione arrivano in D.I.M.A. per sviluppare un progetto senza precedenti sul  nostro territorio che spazia dal canto lirico, barocco, moderno e canto corale. Nascono in D.I.M.A. un coro di bambini seguito da Gaia Matteini e un coro giovanile sotto la guida di Silvia Vajente.

 


LAURA CHERICI

 

Diplomata in canto ha studiato al l'Istituto Musicale "A.Peri" di Reggio Emilia debuttando giovanissima al Teatro Regio di Torino in "Der Rosenkavalier" di Strauss, quindi come Susanna ne "Le nozze di Figaro" sotto la direzione di Gustav Khun.
Nel 1997 ha cantato nel concerto di inaugurazione della stagione dei Münchner Philarmoniker interpretando Lisette ne "La Rondine" con G.Gelmetti, ruolo poi ripreso all'Opera di Roma ed alla Sydney Opera House. Ha spesso interpretato il ruolo di Susanna ne "Le nozze di Figaro" (Regio Torino, Opera Roma, Deutsche Opera am Rhein di Düsseldorf, Festival de la Musique di Strasburgo, Carlo Felice Genova, Filarmonico Verona), Zerlina nel "Don Giovanni" (Scala Milano, Comunale Bologna, Opera Roma, Regio Torino, Teatro Filarmonico Verona), Despina in "Così fan tutte"(Teatro Lauro Rossi Macerata, Teatro Nazionale Roma) e Pamina/Papagena in "Die Zauberflöte" (Teatro Carlo Felice Genova, Teatro Bellini Catania, Teatro dell'Opera Roma, Piazza del Popolo Roma).
Tra gli altri ruoli interpretati ricordiamo Lauretta/La Ciesca in "Gianni Schicchi" (Filarmonico Verona, Regio Torino), Berta ne "Il barbiere di Siviglia" (Opera e Teatro Nazionale Roma, Maggio Musicale Fiorentino, Filarmonico e Arena di Verona, Teatro Liegi, Corum Montpellier), Marcellina ne "Le nozze di Figaro"(Maggio Musicale Fiorentino, Teatro La Fenice Venezia), Anaide ne "Il cappello di paglia di Firenze"(Bellini Catania, Carlo Felice Genova), Kristina ne "Il caso Makropulos" (Regio Torino, San Carlo Napoli), Najade nell'"Ariadne auf Naxos" (Carlo Felice Genova), Flora ne "La traviata" (Teatro massimo Palermo), Micaela/ Frasquita in "Carmen”( Teatro Comunale Alessandria, Regio Torino, Maggio Musicale Fiorentino, Sferisterio Macerata), Samaritana in "Francesca da Rimini" (Regio Torino), Olga Sukarev in "Fedora" (Teatro Verdi Trieste), Xenia nel "Boris Godunov" (Maggio Musicale Fiorentino), Clorinda ne "La Cenerentola" ed Elisetta ne "Il matrimonio segreto" (Ravenna Festival, Opera Roma) etc...
Ha collaborato con direttori tra i quali ricordiamo S. Accardo, B.Bartoletti, F.Biondi, I.Bolton, A.Curtis,  R.Clemencic, O.Dantone, A.De Marchi, M.Mariotti, D.Gatti, G. Gelmetti. G. Noseda, P.Maag, Z. Metha, R.Muti, S.A.Reck, C.Rizzi, J.Webb e registi come H.Brockhaus, G. Cobelli, R.De Simone, G. Gallione, G. Marini, J.Miller, Pier'Alli, L.Ronconi, M.Placido, G.Proietti, D.Michieletto, F. Zeffirelli.
Nel repertorio barocco ha ricoperto il ruolo di M elanto ("Il ritorno di Ulisse in patria" dir. T.Pinnock) e Drusilla ("L'incoronazione di Poppea" dir. I.Bolton) al Maggio Musicale Fiorentino), Checca nel "Flaminio" al San Carlo di Napoli (dir.S.Accardo), alla Fondazione Pergolesi-Spontini di Jesi ed al Festival di Beaune diretta da Ottavio Dantone. Ha cantato a Vienna con il Giardino Armonico diretta da Giovanni Antonini un concerto con musiche di Vivaldi, Händel e Fux, trasmesso dalla ORF in Eurovisione ed alFestival di Innsbruck nell'opera "Dal male il bene". Nel 2006 ha interpretato il ruolo di Martesia nell' "Ercole su'l Termodonte" di Vivaldi al Festival di Spoleto sotto la direzione di Alan Curtis e la regia di J.Pascoe. Sempre con Curtis ha inciso i ruoli di Amanzio e La Fortuna nel "Giustino" di Vivaldi, quello di Tigrane nel "Radamisto" di Händel ed Oberto in "Alcina".Nel 2008 è stata al Lufthansa Festival di Londra interpretando con personale successo il ruolo di Esilena nel "Rodrigo" (dir. F.Bardazzi) e, diretta da Curtis, Calisto nel "Giove in Argo" entrambi di Händel. Nel 2010 ha inciso con il complesso de Il Rossignolo in prima mondiale "Germanico", opera scoperta dal M°Ottaviano Tenerani attribuita ad Händel, nel ruolo di Antonia. E' stata una Teutile di successo nel "Motezuma" di Vivaldi al Teatro Sao Carlo di Lisbona, al Teatro Arriaga di Bilbao e nei teatri di Ferrara, Piacenza e Modena ed ha inoltre ricoperto il ruolo di Ginevra nell' "Ariodante" di Händel al Festival di Spoleto.

Ha partecipato alla produzione "Ein Sommernachtsträume" di Mendelsshon al Teatro Filarminco di Verona con l'etoile Eleonora Abbagnato.
Ha debuttato al Concergebouw di Amsterdam ne "L'Orlando paladino" di Hyden e, nel 2013, ne "La scala di seta" diretta da Alessandro De Marchi. Di successo la sua Vannella ne "Lo frate 'nnamorato" al Teatro Pergolesi di Jesi diretta da Fabio Biondi.Nel 2013 ha cantato nell'Oratorio "Santa Flavia Domitilla" di Antonio Caldara in collaborazione con il Rossignolo nella prima esecuzione in tempi moderni.
Attiva nel repertorio contemporaneo ha interpretato molte prime mondiali fra le quali "Vite Immaginarie", "La lupa", "Vita", "Il gatto con gli stivali" e "Fedrico II" di Marco Tutino, "Canzoni d'amore" di Lorenzo Ferrero, "Amin" di Matteo D'Amico, "Rimini addio!" di Carlo Boccadoro, "La brocca rotta" di Flavio Testi, "La Tempesta" di Carlo Galante con la regia di Giancarlo Cobelli, "A Streetcar named Desire" (Stella Kovalski) di Andrè Previn con la direzione di Steven Mercurio e la regia di Giorgio Gallione al Regio di Torino.

Nel 2013 è stata Mrs.Grose in "The Turn of the Screw" di Britten diretta da Jonathan Webb e la regia di Giorgio Marini. Tra i numerosi concerti ricordiamo "Rocklied"(alla ricerca del classico nel Pop) con musiche dei Beatles, A.Lennox, K.Busch, S.Wonder, Al Jarreau, "Suono, Sogno, Swing" con musiche di Porter e Gershwin in collaborazione con Antonio Ballista, "American Weill" ed incursioni nel mondo del Musical.


GAIA MATTEINI

 

Studi

Gaia Matteini, soprano, inizia il percorso musicale nella sua città natale: Arezzo, con lo studio del violoncello alla Scuola Media Statale "Cesalpino" e al Liceo Classico Musicale "Petrarca".

Si diploma in canto lirico al Conservatorio di Firenze col M° Walter Alberti; parallelamente studia con la Sig.ra Taskova Paoletti. Si laurea con 110 e lode in Lettere Moderne presso la Facoltà di Lettere e Filosofia di Arezzo (tesi di argomento musicale su Cavalleria rusticana).

Segue corsi di perfezionamento lirico in prestigiose accademie: Sommerakademie Mozarteum (Salisburgo) e Accademia Chigiana (Siena); si perfeziona con illustri esponenti del panorama lirico come: Rolando Panerai, Katia Ricciarelli, Grace Bumbry, Veriano Luchetti, Renato Bruson, Mariella Devia, Giuseppe Sabbatini.

Nel 2006 consegue il Diploma Accademico di II livello all’Istituto “Orazio Vecchi” di Modena, nella classe dei Maestri Pavarotti e Magiera, con il massimo dei voti e la lode.

Segue e termina il percorso di “Canto posturale e terapie funzionali” metodo Beatrice Sarti (Bologna).

Performances

Si esibisce in Italia ed all’estero (Francia, Scozia, Ungheria, Canada) e canta come protagonista in importanti teatri e festival . Tiene una conferenza-concerto su Verdi presso l’Istituto Italiano di Cultura a Edimburgo nell’anno successivo alla laurea in lettere. Esegue, anche in prima assoluta, brani di artisti e compositori contemporanei, come il M° Lorenzo Donati.

Fa parte dell’Orchestra a Plettro Città di Arezzo (soprano solista).

Premi e riconoscimenti

Vince premi di rilievo in importanti concorsi lirici internazionali ed ottiene vari riconoscimenti come: Diplomi di Merito presso Accademia Chigiana di Siena; Premio Renato Bruson (2005); Premio del Consiglio Provinciale di Arezzo (Festa della Toscana 2007).

Incisioni

La scala di seta di Gioachino Rossini, Bongiovanni (Bologna); L’Aura di Alessandro Grego, Agorà.

Direzione Corale e Insegnamento in ambito musicale

Si avvicina al mondo della direzione corale partecipando ad alcune edizioni del Corso per direttori di coro Le voci del ‘900 (Arezzo) ed al progetto InDirection, realizzato da Feniarco in collaborazione con l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Cura, come esperta, vocalità a varie formazioni corali in territorio aretino e svolge progetti musicali nelle scuole statali. Nel corso degli anni insegna in scuole di musica aretine come Musicaint di Stia e Le 7 note di Arezzo,

sostenendo corsi di canto classico e moderno, Coro giovanile e di bambini ed alcuni corsi pre-accademici. Attualmente insegna presso: D.I.M.A. International Academy (Ar), Scuola di Musica Cappetti (Monte San Savino, Ar), Istituto Musicale Henze di Montepulciano (Si). Dirige per alcuni anni l’Insieme Vocale Tourdion di Arezzo ed è Direttore dell’Associazione Corale Symphonia di Pratovecchio (Ar) fin dalla sua fondazione.

Tiene corsi e master di approfondimento vocale, con attenzione particolare alla relazione corpo/voce, alla liberazione del suono e dell’energia sonora.

Pubblicazioni

Luglio 2016 libro di poesie “Impressioni di campagna”, Aletti Editore.


SILVIA VAJENTE

 

Nata ad Arezzo si è brillantemente diplomata in canto lirico presso il Conservatorio Martini di Bologna con la prof. Donatella Debolini. 

Ha seguito come allieva effettiva: masterclasses di canto lirico tenute da Luciana Serra; masterclass di Claudio Desderi su La finta giardiniera di W.A. Mozart; il corso di Opera Bazar a Lucca sul teatro musicale sperimentale da camera; il laboratorio lirico Opera-Studio  presso i teatri di Livorno, Pisa e  Lucca col regista L. Kemp e il direttore J. Webb; il laboratorio di musica lirica presso il Teatro Comunale di Bologna  in collaborazione col conservatorio Martini di Bologna col regista F. Esposito. 

Particolarmente interessata alla musica antica, forte del bagaglio tecnico vocale acquisito con il percorso lirico, si è perfezionata nella prassi esecutiva sei-settecentesca seguendo corsi e masterclass con Jill Feldmann, Gloria Banditelli, Jordi Savall. Ha vinto  il I Concorso internazionale di canto barocco F. Provenzale (2° premio, I° non assegnato) organizzato da La pietà dei Turchini di A. Florio (Napoli, 2004). Ha vinto il terzo premio della giuria e il premio speciale del pubblico al Premio Bonporti, IX edizione del Concorso Internazionale di Musica da camera su strumenti originali, Rovereto 2006, in duo col clavicembalista G. Barchiesi. 

Ha cantato come solista in Italia, Germania, Francia, Spagna, Portogallo, Olanda, Slovenia, Repubblica Ceca, Finlandia, Polonia, Brasile, Cile, Argentina (qui come solista anche al Teatro Colon). Collabora particolarmente con diversi gruppi specializzati nel repertorio barocco, cameristico, oratoriale (tra cui the Bozen Baroque Orchestra di Claudio Astronio, Modo antiquo di FedericoMaria Sardelli, Il canto di Orfeo di Gianluca Capuano, La sfera armoniosa di Mike Fentross, La venexiana di Claudio Cavina, Orchestra barocca di Bologna di Paolo Faldi, il Rossignolo di Ottaviano Tenerani, Epoca barocca di Alessandro Piquè, L'aura soave di Diego Cantalupi, Cappella Artemisia di Candy Smith, Athestis Chorus di F.M. Bressan, ensemble Homme Armè di Firenze, L’arte dell’arco di Federico Guglielmo, CantarLontano di Marco Mencoboni), esibendosi presso rassegne e Festivals come Festival Monteverdi di Cremona (dove ha cantato come altro soprano solista insieme a Emma Kirkby ), Folle Journée-Harmonie des Nations, Festival Fränkischer Sommer, Festival internazionale “Da Bach a Bartok” di Imola, Pergolesi Spontini Festival di Jesi, Festival Opera Barga , AltstadtherbstFestival di Düsseldorf, Settembre Musica del Teatro della Pergola di Firenze, Festival Musica Antiga al Palau de l’Abat di Valencia (Spagna), BolognaFestival, Stagione della Scuola Normale di Pisa, Festival S. Maurizio Musica e Poesia di Milano, Festival Potsdam-Sanssouci (Germania), Festival Contemporaneamente Barocco di Siena, Settimane Musicali al Teatro Olimpico di Vicenza, Festival Barocco di Viterbo, Sagra musicale umbra, Musik Festival di Brema, Festival Galuppi di Venezia, Festival Barocco di Roma.

Ha debuttato in teatro in vari ruoli, spaziando nel repertorio (lirico, barocco, contemporaneo), ad es:

-Nel ruolo di Icilio in “La caduta dei Decemviri” (Alessandro Scarlatti) presso il Festival Opera Barga (Lucca). Direttore  Ottaviano Tenerani. Regia di Alessio Rosati

-Nel ruolo di Teutile in “Motezuma” (Antonio Vivaldi) presso l’Altstadtherbst Festival di Dusseldorf (Germania). Direttore Federico Maria Sardelli, orchestra Modo Antiquo. Regia Uwe Schmitz-Gielsdorf.

-Nel ruolo di Rosalia ne “Lequivoco stravagante” (Giacchino Rossini) presso il Teatro Comunale di Bologna. Direttore Carmine Carrisi. Regia di Francesco Esposito

-Nel ruolo di  Eurillo e altri nell' “Erminia sul Giordano” (Michelangelo Rossi) presso il  Teatro di Pistoia .Direttore Andrea Pertugi. Regia di Angelo Savelli.

-Nel ruolo di Lucilla in  “Scala di seta”  (Gioacchino Rossini) presso il Teatro di Castiglion Fiorentino (AR) e estate Regina di Montecatini. Direttore Giovanni Varoli. Regia di Angelo Savelli.

-Nel ruolo di Serpina in “Serva padrona” (Giovanbattista Pergolesi) per  EmilaRomagna Festival a Forlì. Direttore Paolo Faldi. Regia di M. Sceusa.

-Nel ruolo de l'Enfant ne “L'enfant et les sortileges” (Maurice Ravel) presso il Teatro Goldoni di Firenze. Direttore Giuseppe Bruno. Regia di Aldo Tarabella.

-Nel ruolo di Tytania  in “A midsummernight's dream” (Benjamin Britten) presso i Teatri di Pisa, Livorno, Lucca. Direttore Jonathan Webb. Regia di Lyndsay Kemp.

-Nel ruolo di first e second niece  nel “Peter Grimes” (Benjamin Britten) presso il Teatro Comunale di Modena, Reggioemilia, Ferrara. Direttore Alistar Dawes. Regia di Carlo Lievi.

-Nel ruolo della Sposa nell’oratorio Il trionfo della Vergine SS. Assunta in cielo  (A. Scarlatti) al Teatro La Pergola di Firenze. Direttore Ottaviano Tenerani. Regia di Alessio Rosati.

-Nel ruolo di Abra nell’oratorio Juditha triumphans di A. Vivaldi, orch modo Antiquo, dir. F.M. Sardelli.

-Nel ruolo di Bellezza nell’oratorio Il Trionfo del tempo e della verità di G.F. Haendel per il festival musica sacra di BZ, Bozen Baroque Orch, dir. C. Astronio.

-Nel ruolo di Florinda nell’opera “Il finto turco” di N. Piccinni presso il teatro Olimpico di Vicenza, L’arte dell’arco, dir. F. Guglielmo.

-Nel ruolo di Debbora nell’oratorio “Jahel” di B. Galuppi presso la Schola Grande di San Rocco a Venezia, Festival Galuppi con l’Orchestra Barocca di Bologna, dir. Paolo Faldi.

Ha inciso come solista L’equivoco stravagante di Rossini per KiccoMusic (uscito anche in dvd), Scala di seta di Rossini per Bongiovanni,  musiche sacre di G.A.Perti per Tactus, due cd (di madrigali e di arie a voce sola) con musiche di G. Frescobaldi con Modo Antiquo per Brilliant Classic, l’opera La Rosinda di Cavalli per Ludi Musici; un disco di cantate a voce sola e strumenti di autori italiani settecenteschi con Epoca Barocca per CPO; un cd con musiche sacre del Seicento con Cappella Artemisia  (direttore Candace Smith) per Tactus;  Rossini, Soirees musicales ed Ariette italiane  per voce e chitarra per Brilliant Classic.

Ha registrato per RAI5: nel giugno 2015, per la trasmissione “inventare il tempo”, a cura di Sandro Cappelletto, ha interpretato il Lamento di Arianna di C. Monteverdi accompagnata da Modo antiquo.

Diplomata in oboe, e attiva anche come oboista professionista fino al 2000, ha contratto collaborazioni professionali con Orchestra Regionale Toscana, Accademia di Santa Cecilia, Orchestra Sinfonica Toscanini, Orchestra sinfonica di Savona, Teatro lirico di Cagliari, Orchestra Verdi  di Milano ecc . sotto la direzione di grandi direttori come Z. Metha, Sawallisch, Tate. Ha anche eseguito incisioni discografiche per la Tactus con l'Ensemble italiano fiati, per la Chandos con I virtuosi Italiani. 

E' laureata a pieni voti con lode in musicologia presso la facoltà di musicologia - Scuola di Paleografia e Filologia Musicale di Cremona (Università di Pavia) con tesi in Critica ed estetica della musica su "La Resurrezione" di G. F. Haendel.

E’ diplomata in direzione di coro presso la Scuola Superiore triennale di formazione per direttori di coro della Fondazione Guido Monaco di Arezzo.

Anche grazie alla sua poliedrica attività musicale professionale, il suo repertorio di cantante spazia dalla musica antica, all’opera, alla musica da camera, alla contemporanea (nel 2010 ha cantato Pierrot lunaire di A. Schoenberg al 35° Cantiere Internaz d’Arte di Montepulciano, Siena; ha eseguito diverse prime assolute di autori contemporanei). 

Affianca da molti anni all’attività concertistica quella didattica.

Ha insegnato canto lirico all’Istituto di Musica di Montepulciano (SI) dall’a.a. 2004/05 al 2013; insegna canto lirico presso la Scuola di Musica “Coradini” di Arezzo (scuola convenzionata col Conservatorio di Cesena) dall’a.a. 2008/09 ad oggi.

Dall’estate 2008 tiene masterclass di canto lirico e barocco presso il Festival Musicale Savinese a Monte San Savino (AR); nel giugno 2015 anche ad Arezzo per associazione Viscantus. Nel maggio 2015 ha tenuto una masterclass di arte scenica per cantanti lirici  in collaborazione con Spazio seme di Arezzo.

E’ idonea all’insegnamento di Canto lirico e di Canto rinascimentale e barocco nelle graduatorie per incarichi a tempo determinato in molti conservatori italiani.

Negli anni ha preparato diversi candidati privatisti al compimento inferiore e al diploma sempre con ottimi risultati dei propri allievi. 

Nel maggio 2011 è stata membro della giuria del Concorso musicale “Città di Falconara” (AN).